Rame e Zinco; a LuganoCare misura e prescrizione

Posted by on Ott 14, 2016 in Check-up, Il medico risponde, Pediatria | 0 comments

Sono molto interessata alle intossicazioni da rame e zinco. Un parente ha avuto delle lesioni ad una mano da  probabile intossicazione da  rame.

 shutterstock_191954015

Il rame e lo zinco sono elementi chimici essenziali presenti nei tessuti dell’organismo umano in quantità molto bassa, (pari allo 0,01% del peso totale) che formano complessi stabili con enzimi, acidi nucleici ed ormoni. Se la loro concentrazione aumenta o diminuisce si producono importanti alterazioni biochimiche e cliniche, ma una loro carenza impedisce del tutto il normale funzionamento dell’organismo.

Lo zinco è un costituente essenziale degli enzimi che sintetizzano gli acidi nucleici e le proteine. Un deficit di zinco può determinare quindi un ritardo della crescita e della maturazione sessuale, oltre che una ritardata cicatrizzazione delle ferite Una intossicazione si manifesta con sintomi di nausea, vomito, febbre, anemia ed ulcera gastrica.

Esiste una sola malattia genetica correlata ad un deficit di zinco, l’acrodermatite enteropatica, che si manifesta con lesioni della pelle, alterazioni delle unghie e perdita di capelli.

Il rame ha la funzione di legarsi a vari enzimi, per cui un deficit può provocare una sintesi alterata di elastina e collagene. E’ nota anche una anemia da carenza di rame. Una intossicazione può provocare danni al fegato, ritardo mentale, tremori, anemia emolitica e lesioni ai reni. Una malattia ereditaria che colpisce un individuo su 30.000, chiamata morbo di Wilson, si caratterizza con un accumulo tossico del rame a livello del fegato, del cervello, della cornea e dei reni.

Al di fuori di queste malattie, è tuttavia difficile dimostrare uno stato di deficit o di eccesso di questi elementi attraverso analisi del sangue o dell’urina. Una carenza è molto più frequente che non un eccesso, particolarmente negli anziani, dove ad una cattiva alimentazione si accompagnano un alterato assorbimento intestinale causato da farmaci e malattie concomitanti. Lo zinco, il rame ed il selenio, sembrano avere un ruolo detossificante e di protezione contro i tumori gastrointestinali.

A LuganoCare è possibile effettuare un bilancio completo per identificare eventuali carenze di oligoelementi. In caso di deficit si prescrivano preparati personalizzati per colmare le carenze.

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *