PUNTURE DI ZECCA

Posted by on Lug 20, 2017 in Il medico risponde, Pediatria | 0 comments

PUNTURE DI ZECCA

E’ vero che le punture di zecche sono pericolose? Se si viene punti bisogna toglierle oppure lasciarle morire da sole?E’ vero che si possono affogare con una goccia di olio?

Le zecche sono animaletti piccolissimi (tra 0,5 e 4 millimetri) che si nutrono di sangue.

La loro puntura può trasmettere, attraverso la saliva, malattie gravi come la meningoencefalite primaverile ed estiva e la borreliosi.

Nel nostro paese le zecche vivono prevalentemente nei boschi e nei luoghi umidi fino ad un’altitudine di 1500 metri. In alcune regioni, come il Jura e la Svizzera interna, sono particolarmente diffuse ed aggressive.

Le zecche aspettano le loro vittime nascoste nel sottobosco e lungo i sentieri, ad un’altezza di circa un metro dal suolo.

Nel caso si venga punti bisogna cercare di rimuoverla subito afferrandola delicatamente con una pinzetta, il più vicino possibile alla pelle.  Il luogo della puntura va poi disinfettato.  Se nei giorni seguenti si manifestano sintomi tipo influenza, con febbre e dolori articolari, magari accompagnati da rossore sul punto di iniezione, bisogna consultare immediatamente un medico. Per la meningoencefalite esiste un vaccino che dà una buona protezione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *