Ortopedia e Traumatologia

Dr. med. Marco Auliso

Specialista Chirurgia Ortopedica e Traumatologia FMH

AulisoVanta una vasta esperienza chirurgica come primo e secondo operatore, oltre che nelle urgenze e Pronto Soccorso di traumatologia.

Nell’ultimo decennio ha eseguito più di 4.000 impianti di protesi di anca e ginocchio, ed un numero analogo di interventi in artroscopia.

Opera presso la Clinica “Ars Medica” di Gravesano nel luganese, centro di eccellenza per l’ortopedia e traumatologia.

Il punto forte è la chirurgia rigenerativa del ginocchio con innesto e trapianto osseo.

Oltre alla consulenza specialistica ortopedica, si occupa di terapia del dolore muscolo-scheletrico.

Pratica una tecnica esclusiva di trattamento con ozono-terapia tramite infiltrazioni paravertebrali, molto efficace nelle patologie cervicali, dorsali e lombari, ed in caso di discopatia ed ernia discale.

Oltre all’attività chirurgica presso la Clinica “Ars Medica” di Gravesano, è specializzato nella diagnostica dei disturbi della crescita e malformazioni congenite, e nella terapia riabilitativa. Effettua anche consulenza infortunistica e medico-legale.

“RIGENERARE I TESSUTI CON L’IMPIANTO DI STAMINALI”

Articolo di giornale tratto da Il Caffè del 20.10.2019

“Se ne discute da venticinque anni. L’intervento di protesi al ginocchio, ad esempio nell’anziano affetto da artrosi, comporta un certo rischio di insoddisfazione.

I pazienti si lamentano ancora, hanno dolori e sono impediti nei movimenti, spiegano gli esperti. Comunque sia, aspettare troppo prima di operarsi può essere altrettanto controproducente.

Le ginocchia sono fra le articolazioni più sollecitate del nostro corpo. “Almeno una visita da un esperto andrebbe fatta – consiglia il Dr. med. Marco Auliso, specialista chirurgia ortopedica e traumatologia del Medical Center LuganoCare, chirurgo alla Clinica Santa Chiara di Locarno -. Oggi cerchiamo di preservare il più possibile e prima dell’intervento si percorrono altre vie. Ad esempio, la chirurgia rigenerativa con le cellule staminali. In grado appunto di auto-rigenerarsi e di differenziarsi in diversi tipi di cellule con funzioni specifiche.”

Vero è che in generale si ricorre al bisturi prima rispetto a qualche anno fa. “Le persone vogliono continuare a poter camminare senza dolori, a fare ciò che facevano prima senza impedimenti – osserva Auliso -. E allora anticipano. Inoltre, intervenendo in età ‘precoce’ i tessuti sono migliori, le strutture legamentose ancora sane“. Rispetto al passato i materiali hanno raggiunto un’ottima qualità. “L’evoluzione della chirurgia del ginocchio è soprattutto sulla qualità delle protesi. In titanio, più leggere e meglio sopportate dal paziente. Inoltre non si utilizza più il cemento e questo, unitamente ad un’ampia scelta di tecniche chirurgiche, accelera di molto la ripresa“.

Dr. med. Andrea Ferrero

Specialista Chirurgia Ortopedia e Traumatologia FMH

Diamo il benvenuto nel team di LuganoCare al Dr. med. Andrea Ferrero, con attività operatoria presso la Clinica luganese “Moncucco”.

 

dsc_0012

Laurea in Medicina e Chirurgia, Torino, Italia

Diploma di specialista in ortopedia e traumatologia, Torino, Italia

Formazione post-universitaria per la chirurgia ortopedica

  • Centro Traumatologico Ospedaliero, Torino-Italia
  • East General and Orthopaedic Hospital, Toronto-Canada
  • Ospedale Infantile Regina Margherita, Torino-Italia
  • Ospedale Maria Adelaide, Torino-Italia
  • Ospedale Santa Corona, Pietra Ligure-Italia
  • James Paget University Hospital, Great Yarmouth-Regno Unito

Formazione super specialistica per la chirurgia del piede e della caviglia

  • Senior Clinical Fellow presso il Royal National Orthopaedic Hospital, Stanmore-Regno Unito
  • Senior Clinical Fellow presso il Royal Orthopaedic Hospital, Birmingham-Regno Unito

 Curriculum

  • Chef de Clinique Ospedale Regionale di Bellinzona e Valli-Svizzera
  • Senior Clinical Fellow presso il Royal Orthopaedic Hospital, Birmingham-Regno Unito
  • Senior Clinical Fellow presso il Royal National Orthopaedic Hospital, Stanmore-Regno Unito
  • Specialist Doctor, James Paget University Hospital, Great Yarmouth, Regno Unito
  • Ospedale Maria Vittoria, Torino-Italia

Affiliazione a gruppi scientifici

  • I.M.C.P.: Società Italiana Chirurgia del Piede e della Caviglia
  • RE.C.M.I.P.: Gruppo di Ricerca per la Chirurgia Mini-Invasiva del Piede
  • F.A.S.: European Foot and Ankle Society
  • O. (bronze member): Arbeitsgemeinschaft für Osteosynthesefragen

Campi d’attività principale

  • Chirurgia del piede e della caviglia
  • Traumatologia degli arti superiori e inferiori
  • Chirurgia protesica anca e ginocchio

Il dr. med. Andrea Ferrero, classe 1976, consegue la laurea in medicina presso l’Università di Torino nel 2001 e, nel medesimo ateneo, il titolo di specialista in Ortopedia e Traumatologia nel 2006.

E’ stato dirigente medico presso l’Ospedale Maria Vittoria di Torino nel 2007, Capoclinica di ortopedia e traumatologia presso l’Ospedale Regionale di Bellinzona e Valli nel 2007, speciality doctor in ortopedia e traumatologia presso il James Paget University Hospital, Regno Unito, nel 2010. Nel Regno Unito è senior clinical fellow presso l’unità di chirurgia del piede e della caviglia nel 2012 del Royal National Orthopaedic Hospital, nel 2012, e nel 2013 del Royal Orthopaedic Hospital. Ha rivestito il ruolo di Capoclinica di ortopedia e traumatologia presso l’Ospedale Regionale di Bellinzona e Valli dal 2013.

Le aree d’attività del dr. Ferrero concernono la chirurgia complessa del piede e della caviglia.

Il dr. Ferrero è membro della Società Italiana della Caviglia e del Piede (SICP), del Gruppo di ricerca per la chirurgia mini-invasiva del piede (GRECMIP), dell’European Foot and Ankle Society (EFAS) e dell’Arbeitsgemeinschaft für Osteosynthesefragen (AO).